Sei qua
Homepage > Degustazioni > CENA CON AMICI IN 10 SEMPLICI REGOLE

CENA CON AMICI IN 10 SEMPLICI REGOLE

cena con amici

“Tutti sapete cosa fare quando arrivano amici a cena? Parlo del vino, ovviamente. Andate su abbinamenti ad effetto, cercando di stupirli, oppure sul sicuro con abbinamenti tradizionali? In una cena con amici ci sono delle regole di convivenza da seguire. Eccone 10 da rispettare!”

CENA CON AMICI O GUERRA CON NEMICI?

Il titolo è provocatorio ma sintetizza cosa può accadere quando non si azzecca la strada giusta. Mica sempre capita di fare la scelta giusta. Se si sbaglia, si rischia di mandare alle ortiche la perfetta armonia della cena, a volte indisponendo qualche ospite più ostico nei gusti e nel palato.

cena con amici

LE 10 REGOLE PER UNA BELLA CENA CON AMICI

Sono semplice suggerimenti, per carità! Non vogliono essere dogmi oppure imposizioni ma consigli da poter seguire in maniera semplice per non turbare l’atmosfera conviviale. Ma valgono solo a casa? Certo che no! Perché con gli amici si va anche a cena fuori. Ecco quindi che le regole sono le stesse!

1° REGOLA – COMPRENSIONE

Cari miei, comprendere gli altri è fodnamentale. Non sono tutti appassionati di vino o sommelier al mondo e bisogna anche rispettare i gusti e le preferenze di tutti. Se abbiamo a cena un’intera delegazione di sommelier, allora possiamo esagerare. Altrimenti il LOW PROFILE può essere la giusta scelta.

2° REGOLA – EVITARE LA SACCENZA

Se li cerchiamo, avremmo sempre scontri o discussioni su qualsiasi tema, figuriamoci sul vino. Se abbiamo una nostra idea e ci crediamo, è giusto difenderla ma non arriviamo allo scontro con l’ospite. Dopotutto è giusto che ognuno di noi abbia la propria idea in merito, vero?

3° REGOLA – PROPORRE, NON IMPORRE

Se crediamo di avere la conoscenza necessaria per abbinare cibo e vino, allora facciamo la NOSTRA PROPOSTA per la cena con amici. Non imponiamo le nostre scelte ma, nel caso, andiamo a spiegare il perché abbiamo scelto quel vino e perché lo PROPONIAMO. Ciò significa che dobbiamo essere pronti anche a cambiarlo, se verifichiamo che non aggrada la maggior parte degli ospiti.

4° REGOLA – PARLIAMO DI TUTTO, NON SOLO DI VINO

Questa può essere una regola generica e sempre valida. Avete in mente quelle cena tra amici in cui si crea la discussione monotematica? Mica tutti possono essere appassionati del solito argomento, quindi non monopolizziamo le attenzioni lodandoci all’infinito per le scelte fatte e raccontando vita, morte e miracoli del vino che si sta bevendo. SCIALLATEVI un attimo e fate una serata conviviale.

5° REGOLA – NON ESAGERATE VOI PER PRIMI

Va bene, la bottiglia è li sul tavolo, magari bella ed affascinante per la forma e per il contenuto. Ma non stiamo correndo uno sprint dei 100 metri. Non è necessario che la bottiglia finisca in 5 minuti. Soprattutto con certi vini è necessario dare loro il tempo di “aprirsi” al nostro olfatto e la possibilità di farsi godere con il giusto tempo. Quindi KEEP CALM AND DRINK GOOD WINE.

cena con amici

6° REGOLA – CHIEDERE PRIMA DI SBAGLIARE

Voi siete appassionati di vino e questo l’ho capito. Altrimenti non starete leggendo tutte queste cazzate! Ripeto però che non tutti sono con voi. Lo capite vero? Al mondo, purtroppo, esistono persone che non sono malate come noi per il nettare di Bacco. Eliminarle non si può, almeno cosi dicono. Quindi mi rifaccio un pò alla regola N°1 e vi dico: chiedete sempre prima di versare. Può essere che la persona di fronte a voi non beva vino. Se chiedete, salverete l’onore di buon padrone di casa e rispettoso del galateo. Se poi penserete fra voi, “meglio, così ce n’è di più per noi”, a quello io non posso farci nulla!

7° REGOLA – DOPO IL PRIMO GIRO FERMIAMOCI

È buona cosa fare gli onori di casa e versare il primo bicchiere di vino agli ospiti. Poi fate un brindisi oppure no, vedete voi. Ma è altrettanto importante fermarsi subito dopo. Gli assaggi successivi non devono essere forzati: che ne sapete se il vostro ospite non vi vuol dire di non aver gradito il vino, oppure è astemio da tutta la vita ma ha vergogna di dichiararsi? Dal secondo assaggio in poi lasciate gli ospiti liberi di decidere, oppure chiedete sempre conferma prima di versare.

8° REGOLA – RISPETTIAMO IL VINO DEL PARENTE O DELL’AMICO

Capita a volte che i nostri ospiti ci dicano che avrebbero piacere a farci assaggiare il vino fatto dal babbo, dal nonno, dall’amico, dal cugino di zona o da quello che sta in America. Succede e spesso non sono belle esperienze, vi capisco. Sperando che non l’abbia portato con sé per la cena e possiate rimandare alla prossima occasione, non denigrate però la cosa. Fate buon viso di fronte al vostro ospite, fa sempre parte del comportamento del bravo padrone di casa. E se in futuro capiterà di assaggiarlo, vi auguro con tutto il cuore che non sia morca liquida o una sottospecie di aceto!

cena con amici

9° REGOLA – SPERIMENTATE QUANDO SIETE DA SOLI

A me piace provare sempre vini diversi. Mi serve per comprendere le infinite sfaccettature del vino. Ma non a tutti piace fare la stessa cosa. Spesso è inutile convincere i vostri amici che, con un piatto di pesce, si possano bere decine e decine di vini rossi diversi. Volete proprio arrivare allo scontro o rovinarvi la serata? Credo di no, per cui il consiglio è di andare sul sicuro. Seguite abbinamenti classici, che non vadano a rovinare né l’amicizia, tantomeno le italiche abitudini. Semmai tenete le fantasie e le prove per quel giorno che arriverà a casa vostra la famosa delegazione di sommelier! Nel caso siate alla ricerca di come abbinare cibo e vino, allora vi consiglio la lettura di questo articolo.

10° REGOLA – RIMANETE IN PIEDI

Sembra logico e ovvio, ma spesso non è così. Bere bene e degustare è un’arte, non una caciara. Non serve arrivare a fine cena collezionando distese di bottiglie, magari bevute da poche persone. Bevete una quantità giusta, la stessa che vi permette di uscire da cena con le vostre gambe, oppure di poter ragionare in modo lucido. Solo così passerete una serata piacevole, positiva e condita dal giusto grado alcolico. Non andate oltre, in quel territorio fatto di ubriachezza molesta che, a volte, può portare ad alzare modi e voce per sfociare in discussioni e litigi.

Se questa guida vi sembra utile, vi ringrazio per la fiducia. Vi chiedo di farla leggere anche ai vostri amici. Scegliete voi se condividerla sui social oppure mandargli il link del blog. In ogni caso spargiamo la voce di una giusta permanenza a cena. Servirà a tutti per passare una bellissima serata fra amici.

E se proprio non sapete come fare, non c’è problema! Invitatemi. Vengo volentieri!

di MORRIS LAZZONI

VinoperPassione

Il vino è semplice da capire, basta avere passione

vinoperpassione2015@gmail.com

20 Settembre 2017. © Riproduzione riservata

 

Lascia un commento

Top